Logo-RP-News-trasp
Religione

“Prendiamoci cura gli uni degli altri, nessuno si salva da solo”, il messaggio di Mons. Giuseppe Satriano

Il messaggio dell'Arcivescovo di Bari-Bitonto S.E. Mons. Giuseppe Satriano, a coloro che lo hanno sostenuto e lo sostengono con la preghiera in queste settimane di degenza ospedaliera

di Giuseppe Satriano

127 visualizzazioni

2 MIN DI LETTURA

Mons. Giuseppe Satriano

Carissimi fratelli e carissime sorelle,

a tre settimane dal contagio e dopo i difficili momenti di 15 giorni fa, scrivo col cuore grato e riconoscente per il filo rosso di preghiera e di affetto, da voi tessuto, con cui mi avete ancorato alla vita e alla fede. Il pensiero va alle due diocesi di cui sono pastore, a quella natia di Brindisi-Ostuni e a tanti fratelli e sorelle sparsi ovunque. Mi siete stati accanto con tenacia, permettendomi di sopportare questo tempo duro e oscuro, in cui il Signore, con la sua tenerezza, ha dato pace al cuore.

La perizia dei medici ha determinato l'evoluzione positiva del percorso sanitario, scongiurando il peggio, mentre la generosità lavorativa di tanti paramedici, inservienti, ausiliari, ha donato fraternità alla fatica dei giorni più duri, arricchendoli di cura, premura e del sorriso di ciascuno. Ringrazio tutta l’organizzazione dell’ospedale Miulli, per quanto ha messo in campo a servizio di questa emergenza sanitaria che vede tantissimi ricoverati nelle ultime ore. Questi uomini e donne, sottodimensionati e in una condizione di lavoro particolarmente impegnativa, sono degli angeli mandati da Dio e dei combattenti tenaci, capaci di arginare condizioni davvero ardue.

Il viaggio non è terminato, ma continua nel delicato recupero di uno stato di salute ancora bisognoso di cura e attenzione.

Continuo a pregare e offrire le fatiche di questo tempo mettendomi accanto a tutti, ammalati nel corpo e nello spirito, che necessitano d'intercessione e di vicinanza: il caro Mons. Francesco Cacucci, il nostro don Alessandro Tanzi, che è in via di recupero, e i tantissimi ammalati colpiti in questi giorni dal Covid e non solo.Prendiamoci cura gli uni degli altri, nessuno si salva da solo e tutti abbiamo bisogno di una mano tesa e di un cuore accogliente. Con la tenerezza con cui il Signore ha operato nella mia vita desidero benedire ciascuno e augurare salute a tutti. La Vergine Santa, venerata come Odegitria a Bari-Bitonto, e come Achiropita a Rossano-Cariati, ci sostenga in questo momento difficile e ci renda accoglienti della voce di Dio che bussa al cuore di ciascuno. Su tutti invoco il patrocinio dei Santi, mentre vi benedico con affetto grande.

16 marzo 2021

Giuseppe Satriano, Arcivescovo

©RIPRODUZIONE RISERVATA ANCHE SE PARZIALE

Leggi tutto
Devi essere loggato a myRadioPanetti per commentare
Articolo di
Giuseppe Satriano
Si parla di
CoronavirusGiuseppe Satriano
Accessibilità

Attenzione La modifica rimarrà salvata nel browser. Sarà possibile tornare alla dimensione originale digitando sul tasto centrale.

Salva
Salva su myRadioPanetti
Altro di Religione
L’Arcivescovo mons. Giuseppe Satriano è positivo al Covid-19

Religione

L’Arcivescovo mons. Giuseppe Satriano è positivo al Covid-19

Positivo al tampone antigenico

22 Febbraio 2021 - di Andrea Ottomanelli

L’8 Dicembre Papa Francesco non sarà in Piazza di Spagna

Religione

L’8 Dicembre Papa Francesco non sarà in Piazza di Spagna

La scelta del Pontefice come un atto di devozione privato nella Solennità dell'Immacolata vista l'emergenza sanitaria

30 Novembre 2020 - di Andrea Ottomanelli

Presentate le novità 2020 del bando del Corteo Storico: coinvolgerà tutti i municipi

Religione

Festa di San Nicola Presentate le novità 2020 del bando del Corteo Storico: coinvolgerà tutti i municipi

La presentazione alla stampa questa mattina nella sala giunta di Palazzo di Città

18 Febbraio 2020 - di Andrea Ottomanelli

L’intero evento in diretta su Radio Panetti (e TV)

Religione

Mediterraneo, frontiera di pace L’intero evento in diretta su Radio Panetti (e TV)

RadioPanetti trasmetterà l'intero evento sulle frequenze webradiotelevisive

18 Febbraio 2020 - di Andrea Ottomanelli